Semi di Tuscia è una piccola giovane azienda agricola che si estende su poco più di 5 ettari, a Marta (Viterbo), sui fertili terreni vulcanici intorno al Lago di Bolsena.

Il progetto nasce dal sogno di Stella e Lorenzo

Prendersi cura di un fazzoletto di Terra, raccogliere i suoi frutti e trasformarli.

Lei con un passato nel fundraising no-profit e lui nella fisica sperimentale, compagni di vita, ci siamo armati del coraggio necessario ad abbandonare la nostra vita in città e ora impariamo il nobile mestiere – quanto mai antico e che tuttavia riserva sempre novità e imprevisti – del coltivare la Terra, con rispetto.

Rispetto innanzitutto del tempo e delle stagioni, delle risorse naturali, della biodiversità, del territorio e della sua originalità.

Rispetto del produttore e del “consum-at(t)ore”, alleati in un rapporto di fiducia e trasparenza, con l’obiettivo comune di avere cibo di qualità, cioè benessere e salute.

Crediamo in una agricoltura contadina di piccola scala, che garantisca un reddito dignitoso ai suoi protagonisti, che utilizzi ma non sprechi l’acqua, che doni bellezza al paesaggio agricolo, restituisca la fertilità al suolo come alleato per combattere il cambiamento climatico; un’agricoltura che è parte e convive con la Natura e così alimenta la biodiversità, invece di sfruttare e inquinare.

La necessità di condividere e approfondire questi temi, difendere il territorio dove abbiamo scelto di vivere, creare legami con altre persone che hanno intrapreso la nostra stessa strada, ci ha portato a conoscere la Comunità Rurale Diffusa, di cui siamo partecipanti attivi.

Inoltre da qualche mese si sta avvicinando l’amica Irene, appassionata di agroecologia e piante officinali.

Semi di Tuscia è un progetto in divenire, un percorso aperto.